domenica 16 ottobre 2016

strascinati al vino rosso

Gli "strascinati" al vino rosso sono una variante degli strascinati classici, che a loro volta rientrano nella sconfinata categoria della pasta fresca fatta in casa. Sono molto indicati nel periodo autunnale, specie in Ottobre che è il mese del vino.

Vengono realizzati appunto attraverso il trascinamento di un bastoncino di pasta, opportunamente pressato di lungo sotto i polpastrelli delle tre dita centrali della mano. In questa variante il vino rosso sostituisce l'acqua conferendo un roma molto intenso ed un bel colore tendente al rossiccio. 
Ingredienti per 6/8 persone:

  • 600 gr di farina di semola rimacinata, preferibilmente integrale
  • 250 gr di vino rosso
  • 1 albume d'uovo

Mescolare gli ingredienti ed impastare energicamente. La quantità di liquidi deve ritenersi indicativa in quanto in base al tipo di farina potrebbe rendersi necessario aggiungere o ridurre l dose di vino. L'importante è che si realizzi una pasta molto soda, compatta e setosa, tale da essere lavorata sul piano lavoro senza l'ausilio di farina da spolvero. L'aggiunta di 1 albume garantisce la compattezza della pasta in cottura. Una volta realizzata la pasta va fatta riposare in frigo avvolta da pellicola, per almeno 2 ore. Dopo di che non dovrà mai più essere lavorata altrimenti riprende l'elasticità la qual cosa rende impossibile la formatura dei bastoncini.
 mentre si lavora è consigliabile tenere la massa avvolta in una pellicola per evitare che formi una crosta.
 formare poco per volta tanti bastoncini dello spessore massimo di 1 cm
 Ricavarne dei bastoncini di 3/4 cm tali da corrispondere alla lunghezza delle tre dita medie della mano, che saranno le tre dita che esercitando una pressione sul bastoncino, realizzeranno lo strascinato.

 In questo video l'operazione dovrebbe essere più comprensibile:
video

Una volta ultimati gli strascinati devono essere posti ad asciugare preferibilmente in una cassetta forata.



Nessun commento:

Posta un commento